COME COLTIVARE E PRENDERSI CURA DELLA CRASSULA OVATA

La splendida Crassula Ovata è nota come “albero di giada” ed è una delle piante succulente ornamentali più richieste e coltivate, per due ragioni: per la bellezza delle sue foglie carnose e per la facilità con sui si propaga.

La Crassula Ovata ha un aspetto singolare, con le sue splendide foglie lucide ed ovali; vediamo insieme le principali caratteristiche e come curarla per garantirne la sopravvivenza a lungo.

Appartiene alla famiglia delle Crassulacee ed al genere Crassula, estremamente vasto e vario. La Crassula Ovata è originaria del Mozambico e del Sud Africa. Questa pianta è stata poi esportata in tutto il mondo come varietà ornamentale.  E’ particolarmente amata dal grande pubblico, ed è molto diffusa come pianta da appartamento.

Il Nome Crassula Ovata

Le dimensioni, l’aspetto ed il colore di questa pianta ricordano infatti le verdissime pietre di giada, un minerale tutt’oggi molto apprezzato in gioielleria. Per questo motivo è stata soprannominata “Albero di Giada” e, come la giada, anche questa pianta è simbolo di buona fortuna e buon auspicio.

Il nome Crassula Ovata è il suo nome botanico: crassula deriva da crassus grasso, grosso, per il suo aspetto in generale mentre “Ovata” – dal latino ovata –  deriva dalla forma delle foglie, che quasi ricordano delle piccole uova: ovali, affusolate e bombate. 

Le varianti della Crassula Ovata 

L’albero di giada è disponibile in moltissime affascinanti varianti, molte delle quali dalle forme e dai colori originali. Le varietà maggiormente conosciute e coltivate nelle nostre zone sono:

Crassula ovata Minor

Si tratta di una varietà caratterizzata da foglie più piccole rispetto alla sorella Crassula Ovata e proprio per questo molto molto apprezzata per il suo portamento compatto ed elegante. La si trova fin dalla giovane età in piccoli vasetti da posizionare in casa o ufficio oppure donare come bomboniera.

Crassula ovata Hummel’s Sunset

E’ una variante molto richiesta per via del profilo rossastro delle sue foglie e le tonalità giallo/arancio delle foglie che ricordano i colori della natura al tramonto; tutte le sue sfumature cambiano a seconda di stagione e temperatura.

Crassula ovata Hobbit

E’ una tipologia con foglie allungate e globulose che terminano con un incavo quasi come piccole orecchie: negli ultimi anni questa varietà è sempre più apprezzata per la sua particolare estetica davvero intrigante.

Caratteristiche principali della pianta Crassula Ovata

La Crassula Ovata ha un portamento arbustivo: il fusto è marrone chiaro, legnoso con molte ramificazioni e può crescere fino a raggiungere importanti dimensioni.

Le foglie della Crassula Ovata

Le foglie della Crassula Ovata sono ovoidali, mediamente affusolate e bombate, quasi a ricordare delle piccole uova. Sono carnose e lucide di colore verde, con profili e sfumature rossastre che, con il variare delle temperature e dell’esposizione al sole, si accentuano maggiormente. Le loro dimensioni possono arrivare a circa 4 cm di lunghezza.

Forma e colori dei fiori della Crassula Ovata

I fiori sono piccoli, di cinque petali e raggruppati a ombrello, sono di color bianco crema, a forma di stella, si sviluppano a “cuscino” all’ apice delle foglie regalando dei bellissimi bouquet, nei mesi dell’autunno e dell’inverno.

Come prendersi cura della Crassula Ovata

Per fortuna questa pianta tollera qualche dimenticanza o errore.

La pianta Crassula Ovata cresce molto facilmente irrobustendo i suoi fusti ed assumendo, nel tempo, le sembianze di un alberello, grazie alla sua facilità di coltivazione in quanto non richiede cure troppo impegnative. E’ una pianta particolarmente resistente e proprio per questo si è diffusa facilmente e trova largo uso in diverse ambientazioni. Anche la potatura è molto semplice perchè basta tenere potate le nuove crescite lungo il tronco centrale ed asportare foglie e rami secchi della chioma; ma proseguiamo nello specifico per

Il terreno

Il terreno ideale, come per quasi tutte le succulente, è quello con ottime capacità drenanti in modo da evitare dei pericolosi ristagni che potrebbero far marcire la pianta. Il terriccio può essere una composta mista con inerti in modo da garantirle un’ ottima e rigogliosa crescita

E’ infine utile ricordare che la Crassula ovata non necessita di potature ma, basta eliminare rami e foglie secchi.

 Esposizione alla luce e temperatura

La pianta di Crassula va innanzitutto posizionata in pieno sole o dove è presente molta luce diretta, ma soprattutto in un luogo in cui le temperature non sono troppo rigide. Non è in grado di sopportare temperature inferiori ai – 2 °C. Un regalo per la pianta Crassula Ovata è poter godere di aria e luce all’aperto per i mesi miti e caldi durante l’anno.

L’irrigazione idonea alla pianta Crassula Ovata  

La Crassula ovata, ha scorte a sufficienza nelle sue foglie per far fronte a periodi di siccità. Deve esser bagnata quando il terreno – nel vaso o in giardino – è completamente asciutto. D’inverno va bagnata molto poco.


In ogni caso la Crassula Ovata è facilissima da propagare, basta porre un rametto direttamente in terra per ottenere una nuova piantina.


Curiosità sulla Crassula Ovata

Una curiosità di questa pianta è che svolge un’importante azione depurativa dell’aria rendendola una perfetta “pianta d’ appartamento” : ideale in casa, uffici, ristoranti, hall, alberghi etc etc
Si ritiene possa portare buona fortuna e ricchezza, per questo si regala come benedizione ad un matrimonio o di una nuova attività e nel simbolismo del Feng Shui è ritenuta fondamentale per l’ arredamento.

Crassula ovata: la pianta dei soldi ma anche dell’amicizia

Condividi questo articolo
La storia continua...
Come curare e coltivare la vostra pianta di agave

L’ agave, con le sue foglie carnose a rosetta e la facilità di coltivazione, si erge come una regina tra le piante succulente. Originaria dei climi aridi e caldi del Centro e Sud America, questa affascinante specie ha conquistato il mondo con la sua bellezza scultorea e la sua resistenza stoica.

Piante grasse: come riconoscere, prevenire e curare le malattie più comuni

Le piante grasse, godono di una longevità e rusticità non comune rispetto alle altre piante, tuttavia, anche queste piante robuste possono essere soggette a malattie se non vengono curate adeguatamente. In questo articolo esploreremo le malattie più comuni che affliggono le piante grasse e forniremo consigli su come prevenirle e curarle.

Piante Grasse al Lago: arreda e valorizza la Tua Seconda Casa

Il fascino senza tempo dei laghi italiani conquista sempre più cuori, complici paesaggi mozzafiato, borghi pittoreschi e un clima ideale per il relax. Non a caso, la scelta di una seconda casa sul lago è in costante aumento, non solo come rifugio per il tempo libero, ma anche come investimento immobiliare. In questo scenario, le piante grasse si rivelano protagoniste indiscusse, capaci di donare un tocco di verde e personalità a giardini, terrazzi e interni, con un occhio di riguardo alla praticità e alla bellezza.