Arredare con le piante grasse: i consigli per la tua casa

Arredare con le piante grasse: i consigli per la tua casa

Le piante grasse sono indiscutibilmente ornamentali, perfette per decorare gli spazi domestici e all’aperto, e costituiscono un vero e proprio complemento d’arredo green. Le piante succulente e i cactus decorano l’ambiente, regalando un effetto piacevole, gaio e multicolore, inoltre sono più facili da gestire rispetto ad altre tipologie di piante o fiori.

 

Benefici ed effetti sulla salute dell’arredamento con piante grasse.

Arredare il proprio appartamento con le piante grasse ha un effetto rilassante e benefico, migliora la qualità dell’aria negli ambienti e lo stato d’animo.

Ognuno di noi, ma in particolare coloro che vivono nei centri metropolitani, combatte continuamente con lo stress cercando armonia e quiete, cosa c’è di meglio di un ambiente con un tocco green per aiutare a ritrovare serenità e pace interiore?

Diversi studi hanno da tempo evidenziato che il livello di stress e l’ansia si abbassano mentre aumenta la sensazione di benessere quando ci troviamo in mezzo al verde. Perché non fare del nostro appartamento un tale luogo?

Una nuova moda: green interior design.

Creare uno spazio green oltre ai benefici è diventato da tempo una moda.

Le piante più suggestive e appariscenti da interno costituiscono ormai elementi di interior design utilizzati da architetti ed arredatori. Le piante grasse resistenti e con fiori meravigliosi sono la scelta più pratica ed idonea da fare per dare un tocco di eleganza nelle varie stanze.

Sono tantissime le varietà di piante grasse  che puoi scegliere per abbellire e decorare gli ambienti di casa. Soltanto qualche esempio: con i fiori della mammillaria e dell’echinocereus, rispettivamente a forma imbutiforme potete abbellire in modo colorato ed elegante.

Perché scegliere proprio le piante grasse per arredare green?

L’enorme varietà di forme e dimensioni che possono offrire le piante succulente e i cactus fa si che chiunque può dotarsene senza essere limitato dalle dimensioni della casa o dalla conformazione degli spazi. Inoltre, tutti i locali sono adatti ad ospitare queste piante. Infine, oltre al loro valore estetico ed alla varietà dei colori, è indubbio che uno dei motivi principali per cui tale categoria di piante viene scelta è la facilità di coltivazione.

I diversi stili di arredamento con le piante grasse

Prima di procedere con gli acquisti di piante grasse domandatevi se preferite un arredamento minimal o jungle style. Analizzate quanto spazio libero avete a disposizione, considerate gli angoli che altrimenti rimarrebbero vuoti e spogli, scegliete le zone più luminose della vostra casa, tenete presente che le piante grasse stanno bene in ogni stanza.

Per quanto riguarda lo stile d’arredamento minimal potete comunque utilizzare gli angoli e le mensole di tutte le stanze della casa, davanzali o tavolini da soggiorno. Valutate per gli angoli e come centro tavola, a seconda delle loro dimensioni: la Beaucarnea (Nolina), lo Stenocereus marginato e i Cactus colonnari, in particolare i Trichocereus. Sulle mensole mettete piante pendenti come il Sedum Burrito o Morganianum, ma anche la colorata Crassula pellucida marginalis.

Per il jungle style potete sbizzarrirvi: la lucentezza dei fogliami, e l’eccezionale varietà di forme e colori vi aiuteranno ad essere creativi. Solitamente in un arredamento green jungle style non mancano mai la Peperomia , l’ Euphorbia Tirucalli, alcuni tipi di cactus ed opuntia.

Come sistemare le piante grasse in casa

Collocate le vostre piante in luoghi dove possano crescere rigogliose: (tranne che per alcune specie) scegliete angoli ben soleggiati, poco umidi e lontani da correnti e sbalzi di temperatura.

Se avete un balcone o terrazzo sarebbe meglio, in estate, spostare all’esterno le piante nelle ore meno calde. In inverno è consigliabile tenerle all’interno dell’appartamento, tenendole al riparo da pioggia e ghiaccio.

Nonostante tali piante dispongono di eccezionali proprietà assorbenti, che consentono l’accumulo di grandi quantità di acqua, controllate per ogni genere le indicazioni idriche consigliate.  Il davanzale delle finestre è uno dei luoghi ideali per molte piante grasse, se volete un tocco di originalità e di arredamento inserite le piante in una cassetta di legno della frutta.

Come vedremo anche nei successivi paragrafi le mensole e gli angoli del pavimento di tutta la casa, soggiorno, corridoio luminoso, bagno, cucina, camera, sono il luogo ideale. Infine, i soffitti e le pareti possono essere arredati utilizzando le piante grasse pendenti, come ad esempio il Senecio rowleyanus (pianta del rosario), oppure semplicemente con diversi vasi pensili.

Consigli pratici per arredare con le piante grasse.

Sistemate le vostre piante in vasi decorativi di terracotta, legno o metallo e posizionatele vicino a pareti chiare a tinta unica, per godere di un miglior contrasto di luce, oppure posizionale sul tavolo da pranzo o sul davanzale della finestra. Generalmente per gli angoli del soggiorno, della camera ed all’ingresso della casa si scelgono i cactus con spine, longilinei ed alti.

Per abbellire mensole e tavolini, creando movimento, si scelgono piante di diverse forme e dimensioni ma non troppo grandi, sistemandole distanziate di circa 10 cm; sulle mensole mettetele in fila, sui tavolini create delle composizioni a vostro piacere.

Idee decorative e creative

E’ molto di moda e chic posizionare le piantine in vasi pensili, appesi agli scaffali della libreria oppure direttamente al soffitto. Altra semplicissima decorazione è riempire la superficie del terreno dei vasi di sassolini bianchi.

Per un tocco naturale inserisci i vasi all’interno di un cesto di rattan o di vimini.

Per le piante più piccole utilizzate come vasi: vecchie teiere, tazze da caffè, scatole di latta o di legno, barattoli o ampolle/sfere di vetro.

Molte piante grasse hanno bisogno di fori di drenaggio sul fondo del loro vaso, in tal caso i nostri suggerimenti valgono per il contenitore o porta vaso. Se il contenitore è di latta puoi creare tu dei fori sul fondo per consentire al terreno di asciugarsi. Vediamo nel dettaglio alcune idee creative per decorare le vostre stanze.

Centri tavola e segnaposto

Un’altra idea raffinata per la vostra tavola: oltre a poter creare velocemente dei centri tavola con le tipologie sferiche, le piante grasse di piccole dimensioni possono essere utilizzate come segnaposto, una diversa per ogni ospite scelta considerando la personalità della persona, sistemate con un bigliettino di carta che ne enunci il nome e le caratteristiche che creano il legame con la sua personalità. A fine serata ogni ospite andrà via con un cadeau: il suo segnaposto.

Piante grasse nel vetro

Prendete una ampolla, o una sfera o un vasetto di vetro, inserite terriccio, ghiaia e piccoli ciottoli per favorire il drenaggio, scegliete la pianta grassa che preferite ed inseritela. Avrete un elemento d’arredo elegante e facile da tenere. Nella vostra sfera di vetro noi vi consigliamo di inserire piccole piantine come echeveria, crassula o sedum.

Utilizzare pallet o cassette della frutta

Pallet o cassette della frutta possono essere usati per realizzare una sorta di mobile verticale su cui poggiare i vasi oppure come fioriere. Ti renderai conto di aver creato una piccola oasi di pace.

Quadro con le piante grasse

Se avete una vecchia cornice, un po’ di tempo e pazienza, potete creare una composizione con qualsiasi tipo, o quasi, di piante grasse. Scegli una cornice completa di fondo un po’ profonda e preferibilmente non troppo grande, poi seleziona piantine piccole di diversi generi, colori e fioriture; vedrai che il risultato sarà molto scenografico. Puoi anche inserire nella tua composizione succulente dal portamento ricadente in modo da dare movimento al tuo quadro green. Le piante succulente vanno tolte dal loro vaso cercando di dividere le radici in modo da posizionarle comunque come piante singole e distanziate di almeno 10cm per dare spazio alla crescita delle loro radici.

Al termine della creazione della composizione è indispensabile tenere il quadro in posizione orizzontale per 3/4 settimane in modo da dare tempo alle piantine di sviluppare nuove radici e trattenere meglio la terra.

 

Con quali piante grasse arredare il bagno e la cucina.

Dedichiamo particolare attenzione a come arredare il bagno e la cucina, ambienti notoriamente umidi e che necessitano la presenza di particolari piante, come alcune succulente, che non soffrono l’umidità, anzi che traggono direttamente dall’umidità presente nell’aria il loro nutrimento. Le succulente riescono a superare periodi di siccità in quanto riescono a trattenere l’acqua nei loro tessuti, per poi utilizzarla quando necessario per mantenersi idratate in tutto il corpo per lunghi periodi. Le Kalanchoe, che soffre gli ambienti troppo secchi, e l’Aloe  vivono bene in ambienti umidi pertanto sono adatte per il bagno e la cucina. Se volete un effetto ricadente i rhipsalis con le loro chiome “spettinate” ed eccentriche sono perfette per arredare e donare una spiccata personalità.

Condividi questo articolo
La storia continua...
Come curare e coltivare la vostra pianta di agave

L’ agave, con le sue foglie carnose a rosetta e la facilità di coltivazione, si erge come una regina tra le piante succulente. Originaria dei climi aridi e caldi del Centro e Sud America, questa affascinante specie ha conquistato il mondo con la sua bellezza scultorea e la sua resistenza stoica.

Piante grasse: come riconoscere, prevenire e curare le malattie più comuni

Le piante grasse, godono di una longevità e rusticità non comune rispetto alle altre piante, tuttavia, anche queste piante robuste possono essere soggette a malattie se non vengono curate adeguatamente. In questo articolo esploreremo le malattie più comuni che affliggono le piante grasse e forniremo consigli su come prevenirle e curarle.

Piante Grasse al Lago: arreda e valorizza la Tua Seconda Casa

Il fascino senza tempo dei laghi italiani conquista sempre più cuori, complici paesaggi mozzafiato, borghi pittoreschi e un clima ideale per il relax. Non a caso, la scelta di una seconda casa sul lago è in costante aumento, non solo come rifugio per il tempo libero, ma anche come investimento immobiliare. In questo scenario, le piante grasse si rivelano protagoniste indiscusse, capaci di donare un tocco di verde e personalità a giardini, terrazzi e interni, con un occhio di riguardo alla praticità e alla bellezza.