Schlumbergera: Cura e coltivazione del cactus di natale

Tempo di lettura: 3 minuti
La Schlumbergera, una pianta affascinante con una lunga storia, è conosciuta per la sua fioritura spettacolare e colorata durante la stagione invernale, il che la rende una pianta ornamentale, coltivata in vasi o contenitori all’interno delle case, molto apprezzata durante le festività natalizie. La facilità di coltivazione della Schlumbergera la rendono molto popolare tra gli appassionati di piante da appartamento. La Schlumbergera appartiene alla famiglia dei cactus (Cactaceae), ed è conosciuta per le sue foglie appiattite e succulente, oltre che per i suoi meravigliosi fiori.

La Schlumbergera, una pianta affascinante con una lunga storia, è conosciuta per la sua fioritura spettacolare e colorata durante la stagione invernale, il che la rende una pianta ornamentale, coltivata in vasi o contenitori all’interno delle case, molto apprezzata durante le festività natalizie. La facilità di coltivazione della Schlumbergera la rendono molto popolare tra gli appassionati di piante da appartamento. La Schlumbergera appartiene alla famiglia dei cactus (Cactaceae), ed è conosciuta per le sue foglie appiattite e succulente, oltre che per i suoi meravigliosi fiori.

Il nome Schlumbergera e cenni storici

Il suo nome scientifico deriva da Frédéric Schlumberger, un noto collezionista di piante succulente del XIX secolo, precisamente il nome fu scelto nel 1858 dal botanico francese Lemaire in onore di un collega, Frederic Schlumberger, che fu tra i primi collezionisti di cactus. Le prime Schlumbergera furono portate in Europa nel XIX secolo dai coltivatori di piante succulente e divennero rapidamente popolari come piante da appartamento a causa della loro insolita fioritura invernale. Nel corso del tempo, sono stati sviluppati diversi ibridi e varietà, ciascuno con caratteristiche floreali e di crescita leggermente diverse. Per via della sua fioritura che avviene nell’autunno/inverno solitamente prima di Natale o a cavallo delle feste natalizie è comunemente conosciuta come cactus di Natale o cactus del Ringraziamento.

Scegli il tuo cactus di Natale

Caratteristiche principali della pianta Schlumbergera

La Schlumbergera, appartenente alle Cactaceae, è originaria delle foreste pluviali tropicali del Brasile ma vive anche nelle fessure delle rocce costiere affacciate sull’Atlantico. Oltre al Brasile crescono anche in altre zone ma sempre in condizioni di umidità relativamente elevata e di luce diffusa, è uno dei pochi cactus che non vive in ambienti aridi. E’ una pianta, in natura, epifita ossia che cresce sugli alberi, negli incavi dei rami, o su altre piante utilizzate come semplice sostegno, senza danneggiarle o trarre nutrimento da loro; in altri casi crescono nelle crepe delle rocce. Il suo portamento è cespuglioso e crescendo forma graziose cascate ricadenti che una volta fiorite creano uno spettacolo davvero unico. Quando curate adeguatamente, le Schlumbergera possono vivere a lungo e continuare a fiorire per molti anni. La loro longevità è tale che alcune piante possono persino passare da una generazione all’altra come eredità di famiglia.

I fusti e le “foglie” della pianta Schlumbergera

La pianta Schlumbergera ha un portamento eretto con fusti che allungandosi tendono a reclinarsi. I suoi fusti piatti e carnosi, senza spine, sono divisi in diversi segmenti appiattiti e caratterizzati da segmentazioni con terminazioni anch’esse piatte. Il suo portamento è cespuglioso e crescendo forma graziose cascate ricadenti che una volta fiorite creano uno spettacolo davvero unico. Queste piante sono caratterizzate da “foglie” spesse verdi scuro o verde brillante, a seconda della varietà. Dobbiamo però precisare che in realtà per la pianta Schlumbergera si parla impropriamente di foglie infatti il loro nome esatto, considerando la loro forma e funzione, è cladodio ossia un ramo trasformato che assume l’aspetto e la funzione di una foglia.

Fiori della Schlumbergera

I fiori della Schlumbergera hanno un aspetto distintivo e vengono definiti simili a ballerini per la loro forma allungata e multipetalo con pistilli in evidenza e petali a forma di artiglio. I fiori della Schlumbergera sono molto grandi, dai colori accesi e possono essere di varie tinte, dalle sfumature di rosso, rosa, viola, bianco o arancione. I vivaci ed estremamente attraenti fiori della Schlumbergera sono molto apprezzati per la loro bellezza e il contrasto che creano con il verde dei fusti. I cactus Schlumbergera di solito fioriscono durante le festività Natalizie ma possono anche anticipare al semplice arrivo dell’inverno. Non producono frutti.

Cura al meglio il tuo cactus di natale

Come coltivare la Schlumbergera, il Cactus di Natale

Il Cactus di Natale, Schlumbergera, è una pianta tollerante, molto longeva che, con le giuste attenzioni, crescerà nel corso degli anni e delle generazioni. Il suo ambiente ideale è fresco e molto luminoso e le cure che richiede sono minime. La facilissima coltivazione e la fioritura proprio nel periodo natalizio la rendono un regalo perfetto ma sarà necessario seguire qualche semplice regola per farla prosperare in modo sano.

Dove posizionare il Cactus di Natale

In Europa il luogo migliore per coltivare il Cactus di Natale o Natalina è la nostra casa, dove sia d’inverno sia d’estate le temperature non superano i 25°C. La posizione ideale è sicuramente lontano da fonti di calore o da correnti di aria fredda, come le finestre soggette a frequenti aperture in inverno. E’ necessario assicurarsi che con l’arrivo dell’autunno, sia posizionata in un luogo molto luminoso; la luce indiretta favorirà e stimolerà la fioritura, evitando però i raggi solari diretti, specialmente nelle ore più calde. In conclusione, posizionare la Schlumbergera vicino o sul davanzale delle finestre rivolte verso est o nord risulterà la scelta migliore. Può stare in qualsiasi locale della casa, anche in bagno visto che ama l’umidità.

La temperatura ideale del Cactus di Natale – Schlumbergera

La Schlumbergera non ama il caldo afoso ma nemmeno il freddo sotto i 10°C. La temperatura ideale di coltivazione è intorno ai 15°C e 20°C. I fiori appaiono intorno ai 15°-16°C e se fa troppo caldo i boccioli cadono prima di aprirsi.

Quanto e quando annaffiare la pianta Schlumbergera, Cactus di Natale

E’ un cactus che ama l’umidità quindi le irrigazioni devono essere moderate ma costanti, in modo da garantire un substrato abbastanza umido alla pianta. La Schlumbergera tollera brevi periodi di siccità poiché riesce a trattenere i liquidi nelle sue carnose “foglie” o meglio cladodi, ma teme i ristagni idrici. Se i fusti tendono ad afflosciarsi e appassire è segno di un eccesso idrico. La carenza idrica fa invece raggrinzire il fogliame; se succede, sarà sufficiente irrigare. E’ buona regola svuotare il sottovaso dall’eccesso di acqua non assorbita dopo mezz’ora dall’innaffiatura ed evitare con cura i ristagni d’acqua. Uno strato di ciottoli o argilla sul fondo del vaso è indispensabile.

L’umidità: la miglior amica della pianta Schlumbergera

La Schlumbergera – Cactus di Natale – apprezza l’umidità moderata. È possibile aumentare l’umidità intorno alla pianta posizionando un vassoio con acqua o utilizzando un umidificatore nell’ambiente.

Quando concimare il Cactus di Natale

Durante il periodo della fioritura della Schlumbergera, da novembre fino a marzo, è preferibile concimare ogni 15 giorni con una dose di fertilizzante liquido per piante grasse, da diluire nell’acqua. Nel periodo in cui non fiorisce, da aprile fino a ottobre, a seconda delle sue condizioni, che noterete osservandola, è possibile sia necessario attuare degli interventi di concimazione a una volta al mese.

Come far fiorire abbondantemente la pianta Schlumbergera

Per far fiorire abbondantemente la pianta Cactus di Natale bisognerà ricordarsi di tre azioni: in primis fornire luce indiretta luminosa, evitando il sole diretto, tenere la pianta ad una temperatura tra i 13°C-18°C in autunno inverno, con una illuminazione che duri dalle 12 a 14 ore al giorno, secondo mantenere il terreno umido evitando il ristagno d’acqua e infine come terza azione, anche se non ultima come importanza, nutrire la pianta con fertilizzante bilanciato. Una raccomandazione che pochi conoscono consiste nel limitare l’esposizione alla luce artificiale, durante le ore serali/notturne: più luce artificiale colpirà la pianta Schlumbergera, meno abbondante sarà la fioritura. Durante la fioritura è invece necessario staccare le infiorescenze ormai appassite, in modo da stimolare così la produzione di nuovi boccioli, in alternativa i fiori appassiti cadranno da soli ma difficilmente avrete altri fiori.
La fioritura della Schlumbergera può durare diverse settimane o addirittura mesi, a seconda delle condizioni di crescita e della varietà. Questo la rende particolarmente attraente come pianta da interno.
La pianta di Schlumbergera, dopo la fioritura, considerando che tale evento è comunque uno stress per qualsiasi pianta, sarà riconoscente a coloro che la posizioneranno in una zona fresca e meno illuminata, così potrà riposarsi e rinvigorire.

Come rinvasare il Cactus di Natale – Schlumbergera

Quando si decide di rinvasare la pianta Schlumbergera è necessario scegliere un vaso leggermente più grande del precedente, ma non troppo in quanto la pianta non richiede vasi molto grandi. Se la pianta è arrivata a voi di piccole dimensioni inizierete con un vaso da 10/12 cm per poi aumentare il diametro nel corso del tempo, man mano che la pianta crescerà, probabilmente dopo circa 2 anni ripeterete l’operazione.
Il periodo migliore è dopo la fioritura, quindi la primavera inoltrata. Anche se si tratta di una pianta epifita, per la coltivazione in vaso in appartamento meglio utilizzare un terriccio, ben drenante, specifico per piante grasse.
L’operazione del rinvaso consiste nel rimuovere con delicatezza la Schlumbergera dal vecchio vaso, per poi esaminare le radici e tagliare eventuali parti danneggiate o marce. A questo punto sarà necessario trapiantare la pianta Cactus di Natale nel nuovo vaso, assicurandosi che sia posizionata alla stessa profondità di prima. Subito dopo le radici vanno ricoperte con il terriccio, compattandolo leggermente ed annaffiando con moderazione.

 

Le leggende sulla Schlumbergera o il Cactus di Natale

La Schlumbergera, come abbiamo visto, è conosciuta come cactus di Natale o cactus del Ringraziamento, ed ha ispirato alcune leggende e tradizioni popolari nel corso degli anni. Queste “storie” non sono basate su fatti storici o scientifici, ma aggiungono indubbiamente un tocco di fascino alla pianta e alla sua associazione con le festività facendola diventare un dono natalizio pieno di significati positivi. Una delle storie più conosciute è la seguente. Un ragazzo, che viveva nella foresta brasiliana calda e soffocante, pregava affinché lo spirito del Natale portasse un po’ di freschezza o almeno umidità. Per settimane non c’è stato alcun segno divino, ma il giorno di Natale, il ragazzo si svegliò in una foresta piena di migliaia di fiori cadenti come campane di Natale. La Schlumbergera, che cresce sugli alberi, era fiorita durante la notte. Il ragazzo capì che quello era stato il dono di Dio per lui.
Da questa leggenda è nata anche la tradizione del regalo di Natale: donare una Schlumbergera come regalo è considerato un segno di amore nel senso più ampio del termine.
Il Cactus di Natale può vivere anche per 30 anni per questo è considerata una pianta che porta grande fortuna, prosperità e rinascita.
Altre credenze popolari considerano semplicemente la pianta come un segno di speranza e rinascita, un augurio di rinnovamento, verso momenti migliori e più gioiosi; tale simbolismo, presente nel linguaggio dei fiori, è nato dalla caratteristica della Schlumbergera di fiorire d’inverno quando la maggioranza delle piante sono in stato di riposo. Pertanto, quale miglior regalo per il Natale che augurare speranza e rinascita in qualsiasi campo della vita! Queste leggende e tradizioni, pur non avendo una base scientifica, aggiungono un aspetto emozionante e spirituale alla Schlumbergera e contribuiscono a renderla una pianta popolare durante le festività.

Condividi questo articolo
La storia continua...
Balconi da sogno senza fatica con le piante grasse

Sogni un balcone fiorito e rigoglioso, che sia un piccolo angolo di paradiso da godersi in ogni momento dell’anno? Le piante grasse succulenti sono la risposta perfetta! Queste affascinanti creature vegetali, con la loro resistenza, la varietà di forme e colori e la minima richiesta di cure, sono ideali per creare giardini in miniatura sui nostri davanzali. In questo articolo, ti guideremo alla scoperta delle piante grasse più adatte al balcone, svelandoti i segreti per coltivarle con successo e trasformare così il tuo spazio esterno in un’oasi di bellezza.

Delosperma: Pianta Grassa Perfetta per Giardini Rocciosi Fioriere e Principianti

La pianta Delosperma, con i suoi fiori dai colori vivaci e la sua capacità di adattarsi a diversi ambienti, si distingue come una scelta affascinante e versatile. Il Delosperma è una pianta succulenta nana tappezzante che si trova perfettamente a suo agio su terreni secchi o rocciosi e nelle zone di mare e presenta una buona resistenza anche al freddo. Si tratta di una delle piante grasse sempreverdi più fiorenti ossia con la capacità di produrre numerosissimi fiori.

Festa della mamma: regala un sorriso succulento con queste piante grasse

La Festa della Mamma è alle porte, e quest’anno perché non sorprendere la tua con un regalo speciale e duraturo? Le piante grasse sono la scelta perfetta!
In questo articolo, ti guideremo nella scelta della succulenta perfetta per la tua mamma. Ti presenteremo alcune delle varietà più popolari e ti daremo consigli su come prendersene cura. Ti mostreremo anche come creare composizioni creative e personalizzate che la tua mamma amerà.

Iscriviti alla newsletter più spinosa che c'è!

Rimani aggiornato sulle ultimissime novità, accedi a vantaggi esclusivi e 10% di sconto sul primo ordine

Iscriviti alla newsletter

Questo si chiuderà in 0 secondi