L’appariscente Rhipsalis e le sue esigenze

Ebbene si questa pianta è talmente sfarzosa, particolare e sensazionale da essersi guadagna l’aggettivo di APPARISCENTE come si dice di certe belle donne. Si tratta di una pianta grassa molto robusta e particolarmente adatta per vivere in ambienti casalinghi. Una pianta originale e capace di arredare le vostre mensole e pensili.

La Rhipsalis è una pianta di effetto e tanto scenografica ed è perfetta per coloro che non hanno il pollice verde.

Genere e Specie diverse di Rhipsalis

Rhipsalis è un genere di Cactaceae con caratteristiche e forma atipiche rispetto ad altri cactus tipici infatti ha rami lunghi e molto sottili, che tendono ad intrecciarsi.

Le Rhipsalis sono originari dell’Africa tropicale e dell’America centrale e Meridionale, in zone con un’alta umidità ambientale. Si sono sviluppate anche in Madagascar e in Sri Lanka.

Rhipsalis, che si caratterizza per avere radici aeree e fusti poco ramificati, è un genere botanico comprendente circa 50 specie di cactus perenni, epifiti o, più raramente, litofiti. Epifita, come le Orchidee, significa che non radica nel terreno e che cresce spesso sopra la corteccia di altre piante dalla quale non ricava il nutrimento, come fanno le parassite, ma di cui si serve solo come supporto. Cresce anche sulle pietre in tali casi si definisce litofita. Questo tipo di piante, le litofite, si sviluppano utilizzando come supporto le rocce e si nutrono prevalentemente di muschio, di nutrienti presenti nell’acqua piovana.

Ci sono tante specie diverse di Rhipsalis, spesso molto diverse tra loro, le specie più conosciute sono:

Rhipsalis Baccifera

La Rhipsalis Baccifera è una pianta succulenta, conosciuta perché aiuta a combattere lo stress. Ha un portamento ricadente, con fusti lunghi, lisci e carnosi, di colore verde chiaro e produce fiori bianchi o gialli, e in seguito anche piccoli frutti tondeggianti, simili a delle bacche, che possono restare sulla pianta anche per anni.

Rhipsalis pilocarpa

La pianta Rhipsalis pilocarpa dal portamento eretto, è una succulenta, con rami cilindrici molto ramificati, con areole lanose. A fine estate hanno una fioritura profumata; i suoi fiori appaiono da soli o in coppia, di colore bianco e con un diametro fino a 4 cm. I frutti sono rossi e sferici.

Rhipsalis cereuscula

A differenza di altre Rhipsalis, che abbiamo visto provengono anche dall’Africa, dal Madagascar e dallo Sri Landa, la pianta Rhipsalis cereuscula è originaria del Brasile, Paraguay, Argentina. Si tratta di una pianta grassa cascante caratterizzata da un portamento molto cespuglioso che crea un effetto chioma davvero intrigante capace di arredare in maniera green spazi interni di casa ed ufficio. La notate per i suoi lunghi fusti, di colore verde, cilindrici, carnosi ma sottili, molto ramificati e spessi 4 mm. I fiori sono di colore bianco, solitari, strettamente imbutiformi e lunghi fino a 1,5 cm. Sboccia in primavera e successivamente arrivano i frutti obovoidali bianchi, larghi 5 mm. Può raggiungere circa 60 cm di altezza.

Rhipsalis rhombea

Il Rhipsalis rhombea è una pianta epifita arbustiva, che in natura cresce su altri alberi, dal portamento ricadente, con lunghi rami carnosi e foglie piatte, lunghe e ovoidali. Proprio le sue foglie che quasi ricordano un rombo le hanno donato il suo nome. Le sue lunghe ramificazioni si sviluppano in maniera non uniforme creando un effetto “chioma” davvero accattivante la cui colorazione cambia a seconda dell’esposizione con tonalità che vanno dal rosso acceso al verde intenso. Fiorisce in primavera, arriva ad una altezza di circa 40 cm, ama il caldo… non tenetela mai ad una temperatura inferiore ai 10 o 7 gradi.

Rhipsalis paradoxa

La Rhipsalis paradoxa, con portamento ricadente, solitamente coltivata in vasi appesi, offre lunghi steli pendenti e triangolari, molto affascinanti e fiori piccoli ma di un dolce color crema arricchiti poi da minuscoli frutti sui toni del rosso. La fioritura avviene nei primi giorni di primavera.  

Rhipsalis cassutha 

Anche la pianta Rhipsalis Cassutha ha un portamento ricadente ed è una sempreverde in grado di svilupparsi per più di un metro di lunghezza; il fogliame verde chiaro è formato da fusti senza spine, carnosi e sottili. Produce fiorellini profumati di colore panna nel mese di giugno-luglio. Cresce sugli alberi quindi si tratta di una pianta epifita.

Rhipsalis capilliformis 

Rhipsalis capilliformis ha fusti lunghissimi e molto sottili con numerose ramificazioni lunghe dai 20 ai 40 cm. La sua fioritura bianco-verdastra avviene a giugno ed è seguita da frutti biancastri.

Dove posizionare la pianta Rhipsalis

Considerando le sue caratteristiche è facile comprendere che la posizione di questa pianta, adatta alla vita in appartamento, è sopra alle mensole ed ai pensili. La pianta Rhipsalis rifugge la luce diretta che le può causare ingiallimenti fogliari.

Ovviamente può vivere anche in giardino ma dovrà stare in un luogo luminoso senza però la luce diretta del sole ed al contempo si dovrà tener presente la poca tolleranza della pianta Rhipsalis alle basse temperature. Per questo motivo potete coltivarla all’aperto soltanto se vivete nel sud d’Italia, in zone poco fredde anche d’inverno dove la temperatura non scende mai sotto i 10 gradi.

La pianta Rhipsalis può vivere anche nelle zone più buie del vostro appartamento ma in tal caso non fiorirà. In estate possiamo spostarla all’aperto, evitando i raggi diretti del sole.

Come curare la pianta Rhipsalis

La Rhipsalis è una perfetta pianta d’appartamento poiché le temperature ideali per la sua crescita sono comprese tra 18 e 25°C, e non richiede molte cure per tale motivo è amata anche da coloro che non hanno il pollice verde.

Irrigazione della pianta Rhipsalis

La Rhipsalis è dotata di steli carnosi che conservano una riserva d’acqua nonostante ciò è amante degli ambienti umidi e crescerà rigogliosa se le lascerete sempre il terriccio umido e non troppo secco; per questi motivi uno dei luoghi dell’appartamento dove viene spesso tenuta è il bagno o altre zone molto umide. E’ importante quindi ricordare che questa pianta grassa fa fatica a tollerare periodi troppo lunghi di siccità.

Il Rinvaso della Rhipsalis

La Rhipsalis, che solitamente viene appesa, viene tenuta in vasi o ciotole leggere e poco profonde grazie al fatto che non ha uno sviluppo radicale. Per far crescere in salute le piante del genere Rhipsalis è necessario sostituire la ciotola o vaso con altri leggermente più grandi ogni 2-3 anni. 

La pianta va tenuta in un terriccio altamente drenante, composto da 60% di substrato di coltivazione, più un 20% di lapillo vulcanico 3/5mm e per completare da un 20% pomice 3/5mm. 

La Concimazione e la potatura della pianta Rhipsalis

Nel periodo tra marzo e settembre è opportuno utilizzare un concime liquido per piante grasse da diluire una volta al mese nell’acqua dell’irrigazione della pianta Rhipsalis. E’ necessario sapere che la pianta Rhipsalis non va potata, ovviamente crescendo in appartamento può capitare che diventi indispensabile un taglio ai suoi rami; in tal caso intervenite nel periodo tra dicembre e gennaio, considerato l’arco temporale di riposto della pianta, ed effettuate la potatura avendo ben cura di disinfettare le cesoie prima dell’utilizzo in modo da evitare di infettare la pianta con spore e parassiti.

L’origine del nome Rhipsalis e significato

Il nome botanico Rhipsalis deriva dal greco “rhips” e significa “giunco intrecciato” o “fuscello” e dà un indizio sull’aspetto di queste piante i cui rami, crescendo, si intrecciano fino a creare forme originali. Ovviamente il “giunco intrecciato” è anche il vimini, infatti la pianta, con i suoi sottili fusti che creano una massa, ricorda, a volte, come sono fatti i cestini e i mobili di vimini.

Nel linguaggio dei fiori, la Rhipsalis significa “serenità”, infatti è una pianta in grado di rilassare; inoltre, come tutti i cactus, simboleggia la capacità di resistere alle difficoltà della vita.

Curiosità sulla pianta Rhipsalis

E’ statisticamente confermato che la maggioranza delle persona che vede per la prima volta una pianta Rhipsalis istintivamente ha voglia di toccarla per capire se è vera o finta. Questo aneddoto dovrebbe darvi la percezione di quanto siano particolari ed affascinanti le piante del genere Rhipsalis.


Si ritiene che la cascata verde della Rhipsalis tenga lontane le tensioni e protegga dal nervosismo. Anzi non si tratta solo di una leggenda o di una diceria, esiste uno studio dell’Università inglese del Surrey che ha dimostrato i benefici della Rhipsalis sull’umore e sulla diminuzione dei livelli di stress semplicemente tenendo numerosi candidati, sottoposti a esami, vicino alla pianta ed un altro campione di esaminandi non vicino alla Rhipsalis.  

Molte persone, per questi motivi, posizionano la pianta in ufficio oppure in una zona della casa dove sia necessario un potente antistress.

Condividi questo articolo
La storia continua...
Come curare e coltivare la vostra pianta di agave

L’ agave, con le sue foglie carnose a rosetta e la facilità di coltivazione, si erge come una regina tra le piante succulente. Originaria dei climi aridi e caldi del Centro e Sud America, questa affascinante specie ha conquistato il mondo con la sua bellezza scultorea e la sua resistenza stoica.

Piante grasse: come riconoscere, prevenire e curare le malattie più comuni

Le piante grasse, godono di una longevità e rusticità non comune rispetto alle altre piante, tuttavia, anche queste piante robuste possono essere soggette a malattie se non vengono curate adeguatamente. In questo articolo esploreremo le malattie più comuni che affliggono le piante grasse e forniremo consigli su come prevenirle e curarle.

Piante Grasse al Lago: arreda e valorizza la Tua Seconda Casa

Il fascino senza tempo dei laghi italiani conquista sempre più cuori, complici paesaggi mozzafiato, borghi pittoreschi e un clima ideale per il relax. Non a caso, la scelta di una seconda casa sul lago è in costante aumento, non solo come rifugio per il tempo libero, ma anche come investimento immobiliare. In questo scenario, le piante grasse si rivelano protagoniste indiscusse, capaci di donare un tocco di verde e personalità a giardini, terrazzi e interni, con un occhio di riguardo alla praticità e alla bellezza.