Cordyline Australis: cura, coltivazione e consigli per una crescita rigogliosa

Tempo di lettura: 3 minuti
Sogni un giardino che sia un'oasi di pace e bellezza, un luogo dove immergerti nella natura e ricaricare le energie? Allora c'è una pianta che devi assolutamente conoscere: la Cordyline australis. Ma la Cordyline australis non è solo bella da vedere: è anche una pianta incredibilmente resistente che si adatta a diverse condizioni climatiche e ambientali; può essere coltivata in piena terra o in vaso, ed è ideale per giardini, terrazzi, bordure e aiuole.

Sogni un giardino che sia un’oasi di pace e bellezza, un luogo dove immergerti nella natura e ricaricare le energie? Allora c’è una pianta che devi assolutamente conoscere: la Cordyline australis. Ma la Cordyline australis non è solo bella da vedere: è anche una pianta incredibilmente resistente che si adatta a diverse condizioni climatiche e ambientali; può essere coltivata in piena terra o in vaso, ed è ideale per giardini, terrazzi, bordure e aiuole.

Un viaggio botanico nelle origini della Cordyline

La Cordyline australis è originaria della Nuova Zelanda dove colonizza diverse altitudini, dai litorali alle zone montane. In queste aree, la pianta svolge un ruolo importante nella biodiversità locale, offrendo nutrimento e riparo a diverse specie animali; questa specie si è poi diffusa in diverse zone del mondo, adattandosi a climi temperati e subtropicali. La sua scoperta botanica risale al 1772 quando, il naturalista Joseph Banks, la osservò per la prima volta durante il suo viaggio a bordo della nave Endeavour, capitanata da James Cook.

Descrizione della Cordyline Australis: colori e profumi

La Cordyline australis cresce con un fusto ramificato che può raggiungere i 15 metri di altezza. La base del fusto, spesso contorta e nodosa, è un segno distintivo della sua crescita. Le foglie, lunghe e lanceolate, si dispongono a ciuffo all’apice dei rami, creando una chioma folta e vibrante; la loro lunghezza varia dai 30 ai 60 cm, e la larghezza dai 5 ai 10 cm. Il colore delle foglie è uno degli aspetti più affascinanti di questa pianta. A seconda della varietà, possono assumere diverse tonalità di verde: dal verde smeraldo al verde bronzato, fino al rosso porpora e al giallo crema. Alcune cultivar presentano anche foglie screziate o variegate, che donano un tocco di originalità al giardino. In estate, la Cordyline australis produce pannocchie di piccoli fiori bianchi o crema, che emanano un delicato profumo di vaniglia. I fiori sono seguiti da frutti globosi di colore blu-nero, che contengono semi fertili. I frutti, di circa 1 cm di diametro, maturano in autunno e possono rimanere sulla pianta per diversi mesi.

Come coltivare la Cordyline Australis

La Cordyline australis è una pianta sorprendentemente facile da coltivare e mantenere. Non richiede cure eccessive ed è adatta anche ai giardinieri meno esperti.

Terreno e Clima

Predilige un terreno fertile e ben drenato, e tollera una varietà di condizioni climatiche. Può essere coltivata in piena terra in zone con climi temperati o subtropicali, oppure in vaso in zone con climi più freddi: tollera fino ad un massimo di -5°C con riparazione.

Annaffiature e Concimazione

Richiede annaffiature regolari, soprattutto durante i periodi di siccità. In inverno, le annaffiature devono essere diradate. La concimazione può essere effettuata una volta al mese durante la stagione primaverile-estiva con un fertilizzante per piante verdi.

Potatura e Rinvaso

Non necessita di potatura, se non per rimuovere le foglie secche o danneggiate. Il rinvaso deve essere effettuato ogni 3-4 anni, quando le radici avranno riempito completamente il vaso.

Malattie e Parassiti

La Cordyline australis è una pianta generalmente resistente alle malattie e ai parassiti. Tuttavia, può essere soggetta a cocciniglie e afidi, che possono essere facilmente controllati e trattati con prodotti specifici.

Le piante di Cordyline Australis più vendute

Cordyline Australis: la pianta trend per giardini e terrazzi

La Cordyline australis è una pianta versatile che trova largo impiego nei giardini e terrazzi moderni. La sua bellezza esotica e la sua resistenza la rendono una scelta ideale per creare ambientazioni di design: i suoi ciuffi molto ornamentali riempiono facilmente spazi e creano vibranti colorazioni, con l’ abbinamento di stil moderni o arredamenti di design si crea un connubio dall’ effetto wow. Proprio per questo la Cordyline australis è diventata una vera e propria tendenza nel mondo dell’arredamento outdoor. La si può trovare in giardini privati, terrazzi di ristoranti e bar, hall di alberghi e centri commerciali.

Punto focale per aiuole e vasi

Una Cordyline australis di grandi dimensioni può essere posizionata al centro di un’aiuola o di un vaso per creare un punto focale di grande impatto. Essendo piante per lo più non molto veloci nella crescita si può optare per inserire due o più piante nello stesso vaso per avere un effetto finito e subito di gran scena.

Siepi o bordure

Le varietà di Cordyline australis disposte in file precise ed allineate possono essere utilizzate per creare siepi o bordure colorate.

Abbinamento ad altre piante

La Cordyline australis si abbina perfettamente ad altre piante moderne come le Yucca, le Agavi ed i Dasylirion. Per creare giochi di contrasto ben si adatta all’ accostamento con Echinocactus Grusonii, Ferocactus dalle forme tondeggianti o Cactus colonnari per un effetto alto/basso.

In vasi e contenitori

La Cordyline australis è una pianta ideale per la coltivazione in vaso: può essere posizionata su terrazzi, balconi e portici. La scelta del vaso è strettamente personale ma se si vuole esaltare l’ esplosiva chioma si può optare per vasi cilindrici o rettangoli di alte dimensioni e monocromatici tinta unita; anche il contrasto tra vasi lucidi e fogliame opaco della pianta crea ottimi impatti decorativi.

Coccola la tua Cordyline Australis dalle radici

Curiosità sulla Cordyline Australis

La Cordyline australis, oltre ad essere una pianta di grande bellezza e fascino, vanta anche una serie di curiosità che la rendono ancora più interessante. In alcune culture, questa pianta è considerata un vero e proprio simbolo di fortuna e prosperità, associandole il potere di attirare energie positive. La sua storia affonda le radici nella cultura Maori della Nuova Zelanda, dove la linfa della Cordyline australis era utilizzata per curare ferite e ustioni, grazie alle sue proprietà medicinali. Le sue foglie, inoltre, non solo donano un tocco di colore al giardino, ma possono essere utilizzate anche per ricavare una fibra tessile resistente e versatile. La Cordyline australis è protagonista anche di diverse leggende Maori, che ne raccontano la storia e le caratteristiche, intrecciando la mitologia con la realtà. Un esempio è la leggenda che narra di come la pianta sia nata dalle lacrime di una divinità, donandole un significato ancora più profondo e simbolico; nella lingua locale aborigena viene chiamata “Ti Kouka”.

Insomma, la Cordyline australis si rivela una pianta ricca di fascino non solo estetico, ma anche storico, culturale e simbolico. Una vera e propria regina del giardino che, con la sua bellezza senza tempo e le sue innumerevoli curiosità, conquista e incanta chiunque la incontri.

Condividi questo articolo
La storia continua...
fico d'india
Fico d’India Usi e Curiosità

Il Fico d’India è la pianta che caratterizza il bel panorama dell’Italia meridionale. A dispetto del nome, la sua origine non è indiana ma bensì centroamericana; per la precisione la patria del Fico d’india è il Messico, paese che lo ha raffigurato sulla bandiera dello stato.

Senecio Rowleyanus: cura e coltivazione della “Pianta del rosario”

Immaginate una cascata di palline verdi che scivola elegantemente da un vaso sospeso. Sogni ad occhi aperti? No, realtà! Stiamo parlando del Senecio Rowleyanus, una pianta succulenta originaria del Sudafrica che, con il suo fascino esotico e la sua semplicità di cura, ha conquistato il cuore di esperti e neofiti.